n. 698 La traversée

Il viaggio di una quercia attraverso un paesaggio urbano offre alla mente la possibilità di immaginare un mondo "altro", un mondo dove la natura è dominante. L'albero, inciso nel 2016, è la metafora di un luogo-rifugio per gli uomini e si impone, con la sua chioma e la sua zolla di terra, come un elemento di forza. La prospettiva è retta da un solo punto sull’orizzonte ed esso accentua il senso del movimento grazie alle linee convergenti rappresentate dalle finestre. Singolare paradosso di questi esseri umani che cercano protezione sulla zolla di terra e che fuggono da un mondo creato per loro.
2016 | acquaforte su rame

lastr—a: 250 x 286 mm (base x altezza)
 
—Stampa su carta Hahnemühle, inchiostro nero blu, tiratura su un torchio Bendini dall’autore, foglio: 350 x 520 mm

30 esemplari numerati e firmati 1/30-30/30

Edizione Alma Charta, Toccalmatto

300.00 €