n. 202 La donna-orologio

Proveniente da uno spazio indefinito ed attemporale, questo essere femminile – esiste la sua versione maschile, L’uomo-orologio (cat. 163) - ci ricorda la nostra esistenza sempre più legata intimamente ai ritmi della vita moderna. Malgrado il suo sorriso, il personaggio è inquietante : nella vita frenetica, l’homo tecnologicus non può capire le parole degli uomini né i suoi sentimenti perché agisce senza pensare o passa senza fermarsi. Questo rame, del giugno 1991 offre contrasti armoniosi nei suoi valori tonali.

1991 | acquaforte su rame

lastra: diametro 235 mm (base x altezza)

Stampa su carta Hahnemühle inchiostro nero, foglio: 500 x 350 mm

3 prove d'autore e.a. I/III- III/III + 30 esemplari firmati 1/30-30/30

Edizione Alma Charta, Toccalmatto

200.00 €